Untitled-23

MiniExpo 2016

Nella sua storia Casa Betania ha ospitato persone provenienti da ogni parte del mondo e ha raccolto così tradizioni e spunti culturali multietnici.

Nel corso degli anni, l’utenza straniera è andata crescendo fino ad arrivare anche all’attuale accoglienza di minori stranieri non accompagnati provenienti da sbarchi.

Visto il pluridecennale impegno ed alla luce del legame indissolubile tra ex ospiti ed Associazione, si è deciso lo scorso anno di realizzare un evento che promuovesse l’integrazione di diverse culture, ambientato nella storica struttura di accoglienza di Castiglione del Genovesi (SA).

Mai come in questa congiuntura storica, è apparso utile esternare esperienze di questo tipo nelle quali non solo la convivenza è “tolleranza”, ma è addirittura  “integrazione”.

Alla luce del grande interesse suscitato e del protrarsi dell’impegno accanto agli ospiti stranieri, verrà riproposto “Il MINI EXPO di Casa Betania – SECONDA EDIZIONE”; in questo caso è stata scelta come sede lo storico chiostro del Convento dei frati Minori Cappuccini sito in Piazza S. Francesco a Salerno; inoltre “Il MINI EXPO di Casa Betania – SECONDA EDIZIONE” non si è limitato ad una “giornata-evento”, bensì è stato strutturato attraverso percorsi laboratoriali ed iniziative intermedie di sensibilizzazione nell’ambito del quale la “giornata-evento” ha avuto funzione conclusiva e riepilogativa.

Gli operatori ed i volontari di Casa Betania allestiranno 7 stands rappresentativi di macro-aree geografiche (Nord Europa, Est Europa, Nord America, Sud America, Africa Mediterranea, Africa Subsahariana e, ovviamente, Italia) oltre ad uno di accoglienza ed uno di uscita.

Il passaggio tra gli stands – dislocati nei punti nevralgici della predetta struttura – avverrà attraverso percorsi guidati; inoltre, durante la giornata, si potrà assistere ad esibizioni di balli e canti delle varie parti del mondo rappresentate.